Il 2009 lo vede ritornare alla commedia con il film Yes man. Nello stesso anno si fa riempire il corpo di sensori da Robert Zemeckis per prestare il suo aspetto a Ebenezer Scrooge in A Christmas Carol. Tra il 2010 e il 2011 torna in sala dapprima con Colpo di fulmine Il mago della truffa e poi con I pinguini di Mr.

But I have taken what the lawyers would call the reasonable care of a reasonable man to reduce the chances of such a fault. The range of poetry in the Eng lish tongue is now so vast as to put it beyond the study of a lifetime to possess the memory of everything in it. About the Publisher Forgotten Books publishes hundreds of thousands of rare and classic books.

Mean Streets Domenica in chiesa, lunedì all’inferno (1973), Alice non abita più qui (1975) e soprattutto Taxi Driver (1976) gli permettono di stringere amicizia con un altro attore che diverrà poi un mito, Robert De Niro, ma anche di essere affiancato da coloro che diverranno dei veri e propri miti del cinema (Kris Kristofferson e Jodie Foster su tutti). Dopo Virginia Hill Story (1974), entra nel cast di Buffalo Bill e gli indiani (1976) di Robert Altman, accanto a Paul Newman e Burt Lancaster, poi viene scelto da un altro regista esordiente che “muove i primi passi”, tale Ridley Scott, in un cappa e spada dal titolo I duellanti (1977).In seguito a Tuta blu (1978), attira l’attenzione di Francis Ford Coppola, il quale lo sceglie per il ruolo del Capitano Willard de Apocalypse Now (1979), ma dopo due settimane di riprese, Keitel abbandona il set per delle forti divergenze con il regista, venendo rimpiazzato da Martin Sheen. Peccato, il film sarebbe diventato un capolavoro del cinema! Ma a Keitel non importa.

Partecipa al progetto televisivo Freedom: A History of Us (2003) dove si ripercorre, episodio dopo episodio, la storia degli Stati Uniti d’America, poi prende in giro, in modo dissacrante, lo stile di vita della suburbia californiana in The Chumscrubber (2005) dell’indie Arie Posin. In coppia con Rachel Weisz è nel drammatico The Constant Gardener La cospirazione (2005, ambientato in Kenya, dove la troupe ha fondato il “Constant Gardener Trust” per assicurare l’educazione ai bambini dei villaggi più poveri), poi si confronta con i tormenti sentimentali de La contessa bianca (2005) di James Ivory, uno dei film meno riusciti del regista californiano. Collabora per la seconda volta con la sorella Martha in Chromophobia, storia di una famiglia apparentemente normale, svelata negli aspetti più scabrosi.La saga cinematografica di Harry PotterOffre la sua versatilità al mondo dei ragazzi prestando la voce a Victor di Wallace Gromit La maledizione del coniglio mannaro (2005) e trasformandosi in Lord Voldemort, personaggio mitico della saga del maghetto in Harry Potter e il calice di fuoco (2005) di Mike Newell e in Harry Potter e l’ordine della fenice (2007) di David Yates.

Occhiali A Specchio Ray Ban

Lascia un commento