Si tratta di lasciare il segno, non solo con le canzoni, ma anche con le immagini: il videoclip di Thriller, un vero e proprio corto horror musical girato da John Landis, ha cambiato per sempre la storia dei video, e bisogna lasciare qualcosa di altrettanto forte nell’immaginario. Michael Jackson, nel 1985, scrive, insieme a Lionel Ritchie, We Are The World, inno inciso dagli Usa For Africa, destinato a raccogliere fondi per una carestia in Etiopia. Nel frattempo nello scenario musicale sono entrati il sex appeal di Madonna, il genio di Prince, da molti presentato come il rivale di Jackson.

They can’t get 17 million eyeballs on a random Sunday with anything else. They can’t invest that in basketball or hockey, the viewers just aren’t there. They’re going to wait until the last possible second.. La sua filmografia continua poi con il fantastico Sotto il ristorante cinese (1987) di Bruno Bozzetto, il film francese Un uomo sotto tiro (1987), Provvisorio quasi d’amore (1989), Italia Germania 4 3 (1990), Gangsters (1992) e Per non dimenticare (1992). Anche se si dà da fare anche in televisione con la miniserie Piazza Navona (1988) cui partecipò anche Mastroianni. Richiamato da Soldini, partecipa alla commedia Un’anima divisa in due (1993), poi è diretto da Davide Ferrario ne Anime fiammeggianti (1994).Gli Anni NovantaDagli Anni Novanta in poi, la sua presenza al cinema si farà più sporadica.

Era stata la protagonista di Le due sorelle, del 1973, interpretando un doppio ruolo, dunque un esercizio non semplice, guidata da uno che si sarebbe fatto notare, Brian De Palma. Il Superman di Richard Donner è un precursore, investimento importante, e grandi attori, con un intervento, strapagato, di Marlon Brando nella parte di Jor El, il padre “ultraterrestre” del terrestre Clark Kent che, a trent’anni, entra nella redazione del quotidiano Daily Planet, la testata più importante della città di Metropolis. Lois Lane prova subito una certa simpatia per l’impacciato Clark, ignara della sua doppia personalità.

Ora la situazione vede il nostro perfettamente sicuro di chi è e di cosa deve fare. Quindi la trama si sviluppa in modo diverso. Una saga appunto.Come a volte succede in questi casi, questo capitolo intermedio sposta di poco avanti la narrazione e si concentra di più nel descrivere l’ambientazione nella quale la storia si svolge.

P. , Loir, L. 249 , Toussaint, F. Voto 5+Pellicola tra alti e bassi per questo nuovo lavoro di Jennifer Aniston, sempre alle prese con commedie leggere.La trama simpatica con personaggi divertenti e ben assortiti, vi sono varie battute spassose ed il ritmo buono. D canto per si esagera nella sboccataggine e negli sketch di bassa lega, in maniera gratuita non fine alla trama. Jennifer stessa non appare essere in gran forma, decisamente invecchiata e meno brillante del solito: il personaggio non le si addice in quanto non ha lo sguardo, il fisico ed il carattere per lo spogliarello.

Occhiali Goccia Ray Ban

Lascia un commento