Dopo aver dato voce a uno squalo gangster padre inconsapevole di un figlio vegetariano ed essersi calato nella parte di un suocero con la mania dello spionaggio familiare, l’attore deve aver scoperto le gioie (e i dolori) dell’essere padre sul grande schermo. Così, quando si è trattato di dover trovare l’erede americano del ruolo che fu di Marcello Mastroianni nel film di Giuseppe Tornatore, De Niro si è rivelato la scelta più ovvia.Padri (troppo) esigentiPer Robert De Niro, padre di cinque, non è stato difficile identificarsi con la storia e il personaggio di Frank Goode. “Posso capire facilmente quello che Frank vive e prova per i figli ed e questo che ha reso il film cosi interessante ai miei occhi”.

Un anno più tardi co dirige assieme a Terence Hill la miniserie tv western Doc West, girata in un ranch del New Messico.Nel 2010 partecipa alla fiction di successo Tutti Pazzi per amore 2 (2010), accanto ad Antonia Liskova, Emilio Solfrizzi e Carlotta Natoli. Nello stesso anno torna ancora nelle vesti di regista per il film tv Un cane per due. La storia è quella di Spugna, un cagnolino tutto pepe che dà del filo da torcere a Giorgio Tirabassi, Carolina Crescentini e Fabio Troiano.Nel 2011 va in onda, ancora su Rai Uno, il giallo La donna della domenica.

Con oltre 60 milioni di dollari incassati nei soli cinema giapponesi, è il terzo capitolo della saga d’animazione robotica più seguita al mondo. Chi ricorda il Third Impact con cui si è chiuso Evangelion 2.0? Quattordici anni dopo Asuka e Mari sono in missione per recuperare l’Eva 01, con Shinji a bordo, che la Nerv ha sigillato in un sarcofago e abbandonato nell’orbita terrestre. Ce la faranno a portare a termine la loro missione e a superare gli imprevisti? E soprattutto: dove è finita Ayanami? Un’avventura drammatica e mozzafiato, la terza attesissima parte della tetralogia di Anno.

Lo trovamo ancora con Pieraccioni nelle commedie Una moglie bellissima (2007) e Io Marilyn (2009). Del 2010 è, invece, la partecipazione al cinepanettone di Massimo Boldi, A Natale mi sposo, mentre del 2011 quelle a Una cella in due, Amici miei Come tutto ebbe inizio e ancora con Boldi in Matrimonio a Parigi, di Claudio Risi. Oltre alla partecipazione ad Operazione vacanze, nel 2012 firma anche come regista La mia mamma suona il rock.

Tornato negli States, sviluppa un interesse per la recitazione e ottiene subito un ruolo di primo piano, quello di Luke Gianni nella telenovela americana, basata su una cubana, Fashion House (2006), storia di avidità, lussuria e ambizione nell’ambito di un cambio di gestione aziendale di una casa di moda. Kinney incarna l’ambizioso giovane artista figlio della spietata protagonista (Bo Derek). Considerati i bassi ascolti, la soap viene cancellata dopo la prima stagione.

Ray Ban Modelli Uomo

Lascia un commento