Kazan (1951), il proprietario terriero di Ruby, fiore selvaggio di K. Vidor (1952) e l’ispettore Larrue di Io confesso di Hitchcock (1953), si afferma definitivamente come il prete di Fronte del porto di Kazan (1954). Notevole la sua interpretazione del brutale Archie che impazzisce di gelosia in Baby Doll (1956), sempre di Kazan, così come quella dello sceriffo ex bandito di I due volti della vendetta (1961), un western diretto da Marlon Brando.

Un antidivo della televisione italiana. questa la definizione più calzante di Lorenzo Flaherty, l’attore italo irlandese che ha costruito la sua fama più sulla qualità delle sue interpretazioni che sul suo aspetto da sex symbol.Nato a Roma nel 1967 da padre italiano e madre irlandese, Flaherty esordisce sul grande schermo nel 1986, quando appare in Demoni 2 L’incubo ritorna di Lamberto Bava. Dopo essersi dedicato al teatro, sia in veste di attore che di regista, nel 1988 ottiene un ruolo di maggior rilievo in Appuntamento a Liverpool di Marco Tullio Giordana, un dramma giudiziario basato sulla vicenda realmente accaduta ad alcuni tifosi juventini, periti nei tumulti scoppiati durante la partita Liverpool Juventus nel 1985.

Neldocumento presentato sei anni fac’è la spiegazione di come chiunque possa utilizzare ilSignalling System 7per tracciare le conversazionitelefoniche e gli sms (ma anche altro) di persone che sono fisicamente dall’altra parte del pianeta. Molto dipende dalla capacità dei telefonini di passare da una torre all’altra senza perdere la linea durante una telefonata. Quel “salto” rappresenta uno dei punti deboli individuati da Engel e daKarsten Nohl, a capo dei Security Research Labs, che lo ha aiutato a sviluppare il lavoro di analisi.

Anzi. Un paragone con le pellicole precedenti sarebbe ingiusto se non addirittura anacronistico mentre lasciarsi trasportare dalle immagini e dalle suggestioni visive che il regista romano regala ai suoi fan, è un modo per apprezzare un film che aggiunge un altro piccolo tassello (positivo) alla carriera di Argento. Dopo le prove non esaltanti per non dire sconcertanti degli ultimi anni, il ritorno all’horror delle origini è cosa ben gradita, se non altro per l’impegno e il coraggio di chi ama e sa ancora mettersi in gioco, in un genere che sembra aver detto davvero tutto.Qualche applauso a scena aperta per delle perle di genere che fanno (ancora) sobbalzare dalla poltrona, ritmo e tanta ironia nel prendersi il gioco di un’epoca che ha rappresentato un momento fondamentale del nostro cinema.

Ray Ban Occhiali Uomo

Lascia un commento