Yanagawa è una cittadina giapponese anche nota come ‘la Venezia d’Oriente’, per il suo peculiare tessuto urbano inclusivo di ben 470 chilometri di canali idrici, nati come rete di drenaggio e oggi divenuti un’attrazione turistica nazionale. Nel 1985 Takahata Isao avrebbe dovuto ambientarvi un film d’animazione, ma restò così colpito dalla storia della città, i cui abitanti avevano lottato duramente per depurare i canali un tempo inquinati e preservarli dal cemento dell’edilizia moderna, che decise piuttosto di farne un documentario. Uno straordinario documento che come molte altre produzioni dello Studio Ghibli affronta l’eterno dilemma della coesistenza degli ambienti umani e naturali..

But, after a degree in cultural anthropology, Kerry could not resist the temptation. She had no rush to enter the world of work and decided to try to act for a while. And when, after little more than a year, she was able to pay her health insurance thanks to the acting engagements she had, her parents were forced to live with her decision.

Russiagate all’italiana o la politica vuole impossessarsi del Web?(28/11/2017 News 68 commenti) Alcuni sospetti di manipolazione dell’informazione hanno fatto pensare ad un caso Russiagate anche in Italia. Ma tra sospetti e sospettati, c’ il rischio che prevalga il gioco politico del tutti contro tutti. E il Web un’arma in pi.

Attore irlandese di fama internazionale, ha saputo creare una carriera sospesa fra Europa e Hollywood, costituendo una filmografia in cui è stato diretto da grandi Maestri del cinema come i fratelli Coen e David Cronenberg e da grandi registi del cinema indipendente Anni Novanta come Mike Newell e Bryan Singer. Tra il 2008 e il 2010, è stato l’elogiato protagonista della serie americana In Treatment, dove ha interpretato uno psicoterapeuta. Performance grazie alla quale ha ottenuto il Golden Globe come miglior attore in una serie tv drammatica nel 2009.

Vincent, Il diritto di contare) è un caper movie di grande spessore.Con un colpo grosso da programmare e realizzare, i tre protagonisti si lasciano andare a considerazioni spiazzanti che sono raccolte in dialoghi mai banali. Assai divertente è la preparazione della rapina alla banca con delle prove generali che mettono in risalto tanto l’arguzia quanto la goffaggine del trio. Ne conseguono incontri sui generis, rocambolesche fughe e una sequela ininterrotta di sorrisi ricchi di disincanto e nostalgia.Il film, disponibile su Infinity per 30 giorni, è arricchito da comprimari del calibro di Christopher Lloyd (Ritorno al futuro, Chi ha incastrato Roger Rabbit?), Ann Margret (Il tigre, Tommy) e Matt Dillon (Rusty il Selvaggio, Crash).Sorprendentemente uno dei grandi meriti di Insospettabili sospetti risiede nell’intrigante colonna sonora: grandi classici (da Dean Martin a Sam Cooke) si mescolano a brani più contemporanei, non rinunciando mai ad ammiccare a certe atmosfere degli anni Sessanta e Settanta..

Ray Ban Sole

Lascia un commento