However, God is eternal and outside time (John 17:5 ; 2 Tim. 1:9). Therefore, there cannot be in God a series of before’s and after’s. Con Bruno Corbucci fece due film con protagonista Little Tony (i “musicarelli” che andavano tanto all’epoca): Marinai in coperta (1967) e Peggio per me. Meglio per te (1967), oltre a una serie televisiva con protagonista Alberto Lionello. Quindi fu assistente di Luigi Capuano in Anthar l’invincibile (1964) e La vendetta dei gladiatori (1964), ma pure di Mino Guerrini (Il terzo occhio, 1966), e di Gianni Puccini in Amore e matrimonio (1964) e di Riccardo Freda in Giulietta e Romeo (1964).

Tratto dal famoso best seller di Tom Wolfe, che a più riprese altri registi hanno tentato di riproporre in versione cinematografica. Al traguardo c’è arrivato De Palma che gli ha dato una bella confezione, un buon ritmo, ma forse ha evitato di approfondire gli aspetti psicologici perdendo il realismo. Tutto comincia con un piano sequenza di steady cam che mostra il tragitto di Fallow, giornalista che sta per ritirare il premio Pulitzer meritato per gli articoli sul caso McCoy.

James Cameron è anche un lungo film. James Cameron è cura maniacale per i particolari, ma anche una colonna sonora efficacissima. Sono tutti qui gli elementi cinematografici di uno dei più importanti maestri della storia del cinema che, fra tripudi di effetti visivi ad alto livello, sufficienti sviluppi narrativi e la presenza rocciosa e impenetrabile di capitani spaziali inseguite da alieni parassiti, transatlantici sul punto di affrontare e abissi esplorati in 3D ha scritto un’importante pagina nel mondo della settima arte.

C’è voluta una conferenza stampa allestita durante una pausa di lavorazione per vedere e credere ciò che era stato già da tempo annunciato: Robert De Niro protagonista dell’ultima delle ricette sentimentali di Giovanni Veronesi e Aurelio De Laurentiis. I quali, dopo le “appendici” sugli italiani all’estero (Italians) e sul gap generazionale (Genitori Figli), tornano così alla manualistica più rodata (35 milioni di euro gli incassi complessivi dei primi due film) con un terzo tomo che si porta dietro molti degli attori delle puntate precedenti (Verdone, Scamarcio, Bellucci) più qualche nuova entrata (Michele Placido, Donatella Finocchiaro, Laura Chiatti e Valeria Solarino), tutti uniti a sostenere e controbilanciare la mole del mostro sacro newyorkese.Dopo il ricco proprietario terriero di Novecento di Bertolucci e il gangster Noodles di C’era una volta in America di Sergio Leone, De Niro rientra in Italia dopo più di venticinque anni per assecondare il genere che da un po’ di tempo gli risulta più congeniale (sta per uscire in America la terza parte di Ti presento i miei) e per interpretare (in italiano!) un maturo professore di storia dell’arte destinato a innamorarsi delle forme giunoniche di Monica Bellucci. L’episodio in questione si intitola “Oltre” (in merito a quella fase del percorso amoroso che segue “” e “”, gli altri due episodi previsti del film), ma è davvero difficile anche per gli altri attori presenti andare “oltre” e parlare liberamente, al di là della presenza di De Niro al loro fianco.

Ray Ban Uomo 2016

Lascia un commento